Ultimi Post

Ultimi Progetti Inseriti

Ultime Release

Ultime Recensioni

martedì 25 aprile 2017

Persona 5 [recensione]

Più che una recensione è un commento, per recensire bene un gioco di questa portata ci vorrebbe un minimo di preparazione in più (ad esempio: rigiocare almeno il 4, in modo da confrontare adeguatamente i due) ma d’altro canto questo non è un blog professionale e in questo periodo ho ben altro per la testa.
Spenderò due parole iniziali per l’edizione da collezione e poi il resto per il gioco.

Take Ur Heart
Non so voi, ma io tra i problemi di distribuzione e l’uscita rimandata mi sono dovuta far spedire dagli UK l’edizione da collezione *sospiro* > Mal di poco, essendo Deep Silver era comunque economica (un po’ come quella di Catherine, per di più ci sono continui riferimenti a quello e P4 in P5).
In Giappone è uscita la 20th Anniversary Edition che conteneva l’artbook e un set di 5 cd con i best of delle colonne sonore di tutti i Persona usciti, 3 set di DLC e il tema.
Una volta tanto è andata meglio a noi visto che la Take Your Heart Premium Edition dalla versione giapponese ha preso solo l’artbook (sfortunatamente la nostra versione è stampata sulla carta igienica), poi abbiamo la steelbox (la stessa della edizione day-one), un piccolo peluche di Morgana (che in realtà è meno pessimo di quanto non sembri dalle foto), un cd con una selezione di canzoni di P5 (in una squallida confezione di cartoncino) e la borsa rassomigliante a quella del protagonista (la vera chicca) > senza contare che la nostra scatola è decisamente più bella di quella giapponese.
Vi ricordo che la Take è solo per la PS4, P5 è crossgen ma la versione PS3 è praticamente identica a quella PS4 (ok, gira a una risoluzione minore, ha un frame instabile ma... sono virtualmente identiche agli occhi di un giocatore)
In compenso, come al solito, la Atlus ci ha fatto aspettare una vita (e questa volta la traduzione ha seri problemi, solo in parte per la natura moooolto jappa dell’ambientazione) e ha messo i DLC a prezzi folli, compresi quelli che magari in Giappone sono gratuiti o sono stati tale per un certo periodo...

Persona 5, un inizio col botto
Bel titoletto, eh? Peccato che vada letto in chiave negativa XD
Persona 5 si è fatto attendere, come i suoi predecessori, ed è palese che era stato pensato per la scorsa generazione (alla fine anche Persona 4 uscì a tramonto inoltrato per la PS2) ma in realtà il problema non è la grafica...
La cosa che mi ha fatto storcere il naso, ridere sotto i baffi, guardare di tralice la tv e commentare malamente con gli amici sono stati gli eventi che ho visto nelle prime ore di gioco, che ho trovato grottesche al limite del ridicolo.
Il tema di questo Persona è la libertà, liberarsi dalle catene oppressiva della società e vedere un gruppo di giovani che si ribellano agli adulti corrotti e infami; per renderlo ancora più realistico è il primo Persona a svolgersi in una città realmente esistente (anche se P5 è lontano anni luce dalla sensazione di realismo che può dare uno Yakuza).
Con queste premesse ci si aspetterebbe una trama matura e verosimile, ovviamente tenendo conto del fatto che siamo comunque in un videogame di stampo fantasy, e in realtà via via la situazione che si configura è quella, ma… l’inizio è alquanto tragicomico.
P5 è pure più cupo di P3, niente genitori morti e bare ma per certi versi il protagonista è ancora più bistrattato del solito perché non solo si è appena trasferito ma nessuno ce lo vuole a Tokyo! Questo perché ha la fedina penale sporca e viene allontanato da casa per andare a vivere da uno sconosciuto scorbutico, puttaniere e che per di più lo fa dormire nella mansarda polverosa del bar invece che a casa sua.
Tralasciando l’assurdità dei genitori che abbandonano il figlio così (è vero, per godersi P5 bisogna conoscere un minimo la cultura nipponica ma non credo che questa sia la normale prassi), il prode Sojiro, il vostro nuovo “tutore”, nelle prime ora ha delle uscite assurde come il fatto che gli fa senso scorrazzare un uomo con la sua macchina e che non è nella sua natura avere in rubrica il numero di un essere di sesso maschile per questo vi chiama al telefono pubblico del bar… ma vai a cagare -.-
Oltre a questo i primi giorni di scuola sono all’insegna degli abusi fisici, mentali con tanto di molestie e stupro delle studentesse e il tutto viene preso con molta filosofia (d’altro canto hanno accusato di razzismo il gioco, ma sinceramente ho trovato più vergogno come vengono rappresentate le donne).
Il risveglio dei protagonisti è all’insegna dello splatter con maschere che vengono strappate dalla faccia con sangue che cola e quant’altro, scena molto d’effetto ma che risulta anche contraddittoria… d’altro canto in P3 ci si sparava alla tempia, quindi perché non strapparsi la faccia con le proprie mani per lanciare uno Zio?
Diciamo che l’inizio mette in campo un po’ troppe cose “eccessive” che stroppano, per fortuna il trend si ammorbidisce con le ore successive e alla fine è il solito Persona con alcune novità -seppur poche.

Un occhio al vecchio, uno al nuovo
Come già accennato si nota che Persona 5 è stato pensato per PS3, l’engine ha fatto passi da gigante e i modelli dei personaggi sono abbastanza espressivi da non rimpiangere la solita penuria di scene anime nella parte centrale della partita (anche perché questa volta i disegnatori hanno fatto un lavoro immane coi figurini dei volti), ma allo stesso tempo le texture e gli ambienti sono palesemente sottodimensionati, sgranati e con troppi pochi poligoni per un gioco che beh… è uscito quasi al tramonto della PS4.
Persona 5 è comunque un mix dei vecchi Persona e dei vecchissimi Persona, il range di elementi è completo (è rispuntato il nucleare), gli attacchi fisici sono solo di due tipi (e le pistole hanno nuove funzioni) ed è torna anche il chiacchiericcio coi demoni.
I dungeon sono più vari perché hanno elementi ambientali e enigmi che variano (oltre ovviamente alla nuova possibilità di nascondersi dietro certi elementi -anche se questa parte necessiterebbe di una ripulitura), ma mi sono sembrati più corti rispetto al passato e il Mementos è l’apoteosi del dungeon infinitamente lungo e infinitamente ripetitivo.
Il menù di combattimento non è più a lista ma ad ogni pulsante corrisponde un azione, oltre a quello l’unica altra novità mi è sembrata essere il “Baton Pass”, ovvero dopo aver colpito un punto debole è possibile passare il turno extra a un altro compagno potenziandolo (ovviamente se si è sbloccata l’abilità).
Uhm, ci sono alcune abilità particolari del navigatore di turno che sono "nuove", ma sono della varianti più che delle novità vere e proprie, quindi direi che non mi viene in mente altro… ah, già! Combattendo contro i boss talvolta è possibile dare comandi particolari ai compagni che, in puro stile ladro, si nascondono per rubare il tesoro di turno o simili > me ne ero dimenticata perché l’idea di suo è carina ma non è stata ampliata o usata più di tanto.
Riprendendo un mio commento fatto in privato: questo Persona è il più “cristiano” di tutti, questo perché i boss dei vari Palace sono (vagamente) ispirati ai Peccati Capitali e prima di arrivare al boss finale bisognerà fare a pezzi gli arcangeli, senza contare che il boss finale si ritiene Dio (non che sia una novità, il mastermind dietro ogni Persona è una qualche entità superiore sciroccata).
Persona 5 dura solo un anno, l’anno “di prova” del nostro delinquentissimo protagonista (che ovviamente è stato ingiustamente accusato) e per questo non cambierà classe, non parteciperà ad alcun club e non dovrà preoccuparsi più di tanto del suo futuro (essendo solo al secondo anno).
Come sempre il primo ad aggiungersi al party sarà il futuro amichetto del cuore casinista (stile Junpei/Hanamura), a cui seguirà la bellona della scuola, il tipo sciroccato, la prima della classe, la navigatrice di turno e la riccona, oltre ovviamente alla mascotte di turno che a un certo punto avrà la solita crisi di fede a metà partita; sempre il solito Persona *fufu*

Confidenti smemorati
(Ho come la sensazione che accusare di scarsa memoria i personaggi di giochi con romance e simili sia ormai diventato il mio marchio di fabbrica)
In realtà i Social Link hanno delle novità, oltre al cambio di nome (Confident per la cronaca) e il fatto che il romance è stato ampliato -anche se con poco successo.
Ora il protagonista potrà fidanzarsi con più ragazze, in realtà con tutte in contemporanea anche perché, sarà stata una mia impressione ma i Social Link sono più rapidi del solito a evolversi, ma in realtà non cambierà nulla nell’esperienza di gioco se non per un paio di scenette extra.
Per farvi un esempio: Ann sarà probabilmente la prima che potrete “farvi”: è la prima compagnuccia di battaglia e non ha limiti proibitivi di stat sociali (a differenza di Makoto o Haru), e potrete fidanzarvi con lei all’incirca da metà anno ma questo non varierà un singolo dialogo di trama da lì in poi -comprese le scene in cui i maschietti vengono presi in giro perché non battono chiodo…
Il romance di fatto vi dà accesso a una versione estesa della scena di livello 10, dei saluti finali e una scena per San Valentino; se avete più relazioni in corso e uscite con una delle ragazza potreste incappare in un’altra (o almeno così dicono, sinceramente una volta maxato il social link ignoro la gente *cof cof*) e nella scena di San Valentino vi faranno il culo tutte insieme -ma in quel caso è mal di poco, la cioccolata è un oggetto consumabile, non un key item.
In effetti i key item delle relazioni danno bonus leggermente differenti al passato (se non erro), perché sbloccano in automatico le abilità speciali dei Confident e aiutano a farli salire più velocemente nel NG+.
L’altro problema dei Confident di P5 è che sono troppi quelli automatici: Morgana, Sae, Goro, Igor rispettivamente Magician, Judgement, Justice, Fool e nessuno di questi raggiunge il livello massimo prima del finale vero e proprio (il Fool 10 si sblocca praticamente poco prima della battaglia finale); non ho mai contato gli Arcana automatici degli altri Persona ma questa volta era davvero evidente che erano troppi, anche perché uno è un compagno di squadra -.-

I momenti migliori
Vien da se che lo spoiler è di casa, ed è già tanto se fino a questo punto era generalmente spoiler free XD
Uhm il primo momento che per me è stato epico è stato il primo flashback del protagonista in cui ho notato il doppiatore del caro “ubriacone molestatore di signore nelle strade buie del paese natio” e per svariate ore ho temuto che avessero costretto il mio caro Keith a doppiare un personaggio secondario inutile (anche perché inizialmente non aveva il figurino col volto, segno distintivo dei personaggi importanti) invece si è rivelato essere l’antagonista “non divino” di turno *muaaa*
Ma questo è un mio "problema personale", il gioire nel sentire quei 3 gatti di doppiatori americani che mi piacciono, per di più l’ho trovata una scelta incredibilmente scazzata per un antagonista ma suppongo che non si possa sempre avere il Liam della situazione (che in compenso ha doppiato qualche pg secondario e qualche mostro *lacrimoni*)
Slowly but surely mi godrò Keith che doppia un cattivo, senza disquisirne oltre~
Restando in tema doppiatori: inizialmente il voce di Igor non mi aveva fatto impazzire ma visto che poi gli hanno dato una motivazione ha iniziato a piacermi, anche perché ormai mi ero abituata > in compenso la “vera” nuova voce di Igor non mi fa impazzire, ma non ci si può fare nulla *sospiro*
Le altre scene memorabili sono ovviamente il tradimento, l’omicidio e la morte di Goro *blink*
P5 ha decisamente bisogno di una sua versione “The Golden” per dare più risalto al povero Goro e in generale allungare il gioco perché dura troppi pochi giorni e non ha eventi particolari (giusto una scena al mare).
In realtà i problemi di tempistica del gioco sono svariati, anche perché non è possibile finire i dungeon in una sola giornata, e in generale ho avuto la sensazione che nonostante le novità apportate P5 non è nulla di particolarmente rivoluzionario (anzi, sembra avere ancora meno feature di P4) e che le poche novità non fosse implementate un granché bene… anche se ci ha messo anni a uscire come al solito.
Non è che non mi sia piaciuto ma mi aspettavo decisamente di più, il gioco è bello, la trama è bella (a parte qualche sbafatura e forzatura), la grafica ha subito un terrific improvement ma… resta il solito persona e di next gen e fattore novità a ben poco *sospiro*

p.s. due parole sui DLC: non li comprate, non servono a nulla e hanno prezzi folli per quello che offrono.
Siamo sinceri i costumi extra sono triplamente inutili rispetto al solito perché esplorerete poco: i dungeon si autodistruggono alla fine (Memento a parte, in cui comunque andrete solo dopo aver sbloccato zone nuove) per cui spendereste 7€ per vedere i personaggi in abiti differenti per circa una settimana (in-game) per di più nelle cutscene riappaiono i costumi di default -.-
Per quanto riguarda i Persona extra: vi posso assicurare che a causa del trofeo “completa il compendium” vi sembreranno già troppi quelli di base, che comunque sono tanti, e pagare per avere i vecchi persona e delle variant mi sembra sciocco, tanto tutti vogliamo Satanael XD
Comunque la Deep Silver continuerà a rilasciare DLC fino all’estate e alcuni di essi sono free (tipo i costumi da bagno) per cui non tutto è perduto, basta aspettare :P

lunedì 24 aprile 2017

Aggiornamento release

Avevo detto che eventualmente avrei aggiornato la release di lunedì, no? *cof cof* facciamo finta che non fosse lo scorso lunedì *cof cof*
Avete aspettato una settimana in più ma guardate quante novità!
Ovviamente la grafica è nuova, mi mancherà quella vecchia perché nonostante i problemi aveva delle feature carine...
Non che cambi molto, restiamo sempre sul bianco e sul semplice *nod*
Il logo è opera della Chie, che è stata schiavizzata per ben due giorni -perché su questo pc non ho font *cof cof*

Oltre a questo cambio radicale (?) abbiamo anche due aggiunte: un nuovo capitolo e una patch per un otome *muaa*
Il nuovo capitolo è numero 16 (primo del quarto volume) di Shonen Note *heropose*
Per quanto riguarda la patch vi rimando a quanto c'è scritto alla fine del post stesso e... qui concoludo *fufu*
Aver cambiato la grafica ed aver fatto le targhette per le patch mi ha già sfiancata, ormai sono vecchia per questi colpi di testa *rantola via (?)*

Ki ni Naru Otoko no Ko?

Ki ni Naru Otoko no Ko?
Genere: otome, comico
Sviluppatore: 1010
Breve visual novel otome che... prende in giro gli otome XD
Dura un oretta circa e non ha troppe pretese, ma di certo fa morire dal ridere :P
Il gioco ha 3 pretendenti possibili: il tipo mascolino, quello misterioso e quello sexy; e ogni route ha due finali per un totale di 6.
Buon divertimento~

Ringraziamenti: Ai-chan per avermi aiutato a interfacciarmi con lo sviluppatore, Kudaratan per avermi aiutato con la traduzione, Kaoru e Shappy per avermi fatto il check.


Istruzioni per installare la patch:
1) Andate sul sito dello sviluppatore e scaricare il gioco (il cuore infondo alla pagina -vedi screen).
Nel caso non dovesse funzionare andate sul sito, clickate su "game" e cercate questa iconicina. 

2) Scaricate la patch ita > link.
Nel caso non usiate Windows dovrete scaricare la versione dell'ONscripter adatta al vostro sistema operativo.

3) Aprite lo zip col gioco (kini.zip) e copiate la cartella dove vi torna più comodo.
Avrà probabilmente un nome strano tipo "‚«‚ɂȂ邨‚Æ‚±‚Ì‚±H" perché in origine era scritta in kanji, potete rinominarla se volete.

4) Aprite il rar con la patch (Kini_patchITA.rar) e copiare tutto il suo contenuto nella cartella in cui avete messo il gioco.


5) Per avviare il gioco NON clickate sull'exe giapponese (quello con l'iconcina coi cuori per intenderci) ma su onscripter-en.exe


5) Se tutto va bene vedrete una schermata come questa.

Note aggiuntive:
La mancanza delle lettere accentate è una cosa dovuta, si tratta di un gioco sviluppato per il Giappone e il programma per "cambiare" i testi è inglese, nessuno dei due è solito utilizzare accenti  >.<
Proprio perché è stato sviluppato in Giappone a volte gli spazi sembrano stani, non posso farci molto *bow* (d'altro canto anche i giochi Aksys hanno problemi di spaziatura, è una cosa che affligge tutti)
In realtà questa patch è vecchia di due anni e avevo intenzione di sistemare alcuni problemi che ha, ma...
A suo tempo: tradussi il gioco, feci fare il check, chiesi il permesso al gruppo inglese e allo sviluppatore giapponese in circa un mese, ma poi ero talmente "nauseata" dal progetto da non trovare le forze di fare la guida per spiegarne l'installazione... scusatemi tutti quanti XD
Nel solito periodo ho iniziato a tradurre anche un'altra serie (composta da 3 giochi) sempre di stampo otome "non troppo serio" e in realtà in questi anni ho completato anche un altro gioco (la cui patch traduzione sarebbe stata implementata dallo sviluppatore direttamente sulla versione steam) ma il check è finito missing in action *sospiro*

Tutto questo per dirvi che sì, questo gioco è finalmente uscito (urrà!) e sono previsti altri (anche perché come ho detto in precedenza: d'ora in avanti traduco e edito poco) ma... non fatevi troppe speranze, di solito queste cose non vanno bene per quanto io cerchi di farle andare bene XD

domenica 16 aprile 2017

Buona Pasqua!

Come sempre Buona Pasqua e buona lettura, con la prevedibilissima release di Pasqua XD
In realtà questo post è stato programmato, lo sto scrivendo con circa 12h di anticipo, per cui ci sta che domani (ma molto più probabilmente lunedì) capiti che aggiunga qualcosa *cof cof*
Ancora una volta non c'è un granché e la vedo anche buia per giugno (per non dire tutto il resto del 2017), il fatto è che teoricamente dal 19 dovevo essere libera dai corsi, potendomi così dedicare con calma a esami e tesi, ma ovviamente l'università ne ha fatta una delle sue (nello specifico, aridaje, prof che va in pensione sostituito a corsi già iniziati per cui il corso inizia con 2 mesi di ritardo -.-)
Comunque il post si conclude con una filippica sulle mie intenzioni future per cui se vi interessa leggerete lì :P
Passiamo alle release, che nonostante le precedenti promesse è comunque un po' misera *gomen!!*

Manga
Ambito manga in realtà c'è solo un progetto che passa da futuro a concluso in un colpo solo, questo nonostante nel sondaggio non si fosse posizionato benissimo.
Perché allora l'ho fatto? Beh, in parte perché avevo intenzione di dare una mano alla ragazza inglese (anche se in realtà è malesiana), ma ovviamente non è andata così visto che le nostre release sono distanziate da più di un mese *cof cof*
L'altro motivo era perché con tutto 'sto stress una stupidaggine mi ci voleva e Kabeana è proprio questo: un volume di una idiozia più unica che rara.
Per farvela breve è Incest, è "nii-chanistico", è terribilmente smunt e non ha una trama con del senso compiuto XD
L'autrice è alle prime armi ma nonostante ciò non disegna malino e per assurdo questo è il primo yaoi Ichijinsha (la casa editrice di cose tipo: 07-Ghost, Arcana, Karneval, Alice no Kuni, Omumedai, Saiyuki, ecc...) di cui mi occupo ed è una idiozia più unica che rara *cof cof*
Per cui, per questa release, vi ho portato tutti e cinque i capitoli del volume di Kabeana Heaven Hole *heropose*
Altro di manga non c'è, in parte è spiegato anche più sotto.

Webtoon
*rullo di tamburi* e no... non c'è nessun capitolo di Winter *cof cof*
Il motivo è semplice: devo finire di rileggermi quando uscito in modo da mantenere una certa continuità con la traduzione precedente, però ho comunque una buona notizia per tutti: in coreano è finito da ormai 2 mesi, è anche per questo che ultimamente su tumblr non spoilero più nulla.
In inglese sinceramente non so a che punto siano ancora, sulla app ho così tante notifiche che mi prenderà male quando mi metterò in pari.
L'idea per giugno è comunque di fare un pacco immenso di capitoli, sperando che per allora sia già finito anche in inglese, così potrò continuare a tradurre senza interruzioni.
Ci sono comunque un sacco di capitoli/episodi per voi oggi, anche se il merito va tutto alla Shappy perché io mi sono limitata a controllare alcune cose e cercare (con poco successo) di resuscitare il resto del gruppo e le teoriche new-entry *sospiro*
Per cui ci sono ben 4 nuovi capitoli di UnTouchable! Per di più è finito anche lui, chi l'avrebbe mai detto? Ero convinta che sarebbe diventata una cosa tendenzialmente infinita tipo Noblesse *cof cof*
La versione italiana è all'incirca a metà, la prima stagione sta per concludersi e di fatto (insieme a Noblesse) saranno i progetti di punta del gruppo e quelli con la massima priorità -così li finiamo e ce li togliamo di mezzo *muaaa*
Oltre a Unto ci sono anche 4 capitoli nuovi di Siren's Lament, che contro ogni mia (rosea) previsione sta diventando una serie tendente all'infinito a differenza dell'opera di debutto di IstantMiso *gemito*
Comunque non temete, c'è già una folle che ha accettato di continuarla nonostante tutto *fufu*
Sì, questo lato della release trasuda shojo XD

Parlando del futuro
Eeeeeeeee già, non c'è altro in rella *gomen again*
Comunque per quanto riguarda i piani futuri, in ambito:
- come già accennato, cascasse il mondo, a giugno cercherò di sommergervi di capitoli di Winter Woods;
- Winter e Unto, essendo entrambi finiti in patria, saranno i progetti con la massima priorità;
- il destino degli altri è un po' incerto, al momento in realtà il team ha solo due membri attivi e l'unico progetto già riassegnato è Siren, che comunque avrà una priorità tendenzialmente bassa (almeno fino a quanto non sarà finito Unto)
- i progetti presenti sul portale a nome "Italian Marshmallow", ma non presenti qui sul mio blog, sono quelli più in forse perché appunto erano progetti dell'altra parte del team che è tendenzialmente morta.
Per quanto riguarda manga e novel (come sempre, in ambito anime faccio solo cose brevi e che mi prendono particolarmente -per cui è raro che relli qualcosa) la situazione futura è per certi versi messa meglio ma anche peggio *cof cof*
Sempre a giugno è mia ferma intenzione far uscire un progetto che mi è rimasto sul groppone (un po' tipo Hana no Miyako de) per 2 anni... a pensarci bene sono pure di più... coooomunque si tratta di un volume che me ne ha fatte passare mille e alla fine ho dovuto ri-scansionarlo e ri-tradurlo tipo 2 volte e ci sono stati anche altri 30mila casini (uno dei quali mi ha pure fatto rompere i rapporti con un gruppo inglese)
Ormai è una piaga, ma ho coinvolto altra gente innocente in questa crociata e ora vedrò di finirlo for good -prima di dare di matto.
Tolto quello, e un altro progetto "sfigato" che si spera si concluderà sempre in questi mesi, metterò giù il "mouse" nel senso che smetterò di usare photoshop (per cui non pulirò, editerò, lettererò più nulla o quasi) e mi dedicherò solo alle traduzioni.
Non è che smetterò completamente di editare, c'è almeno un altro progetto nei futuri il cui editing è segnato a nome mio ma tendenzialmente editerò ben poco *nod*
Non è che sia una novità è già un annetto buono che traduco e non edito, basta guardare gli aggiornamenti dei progetti e i crediti all'interno degli archivi, ed è anche per questo sono aumentati a dismisura i progetti della CRDE.
Questo perché non ho fisicamente il tempo di fare il lato grafico di questo "lavoro", non ho un mouse decente ormai da secoli (per cui mi vengono dei crampi assurdi dopo poco) e colgo l'occasione del pc nuovo per non perdere ore della mia vita a ritrovare tutti i font, rifare tutte le macro e compagnia bella.
Dedicandomi solo alla traduzione avrò modo di fare più progetti, rompere le scatole a più collaboratori e vedrete che novel e webtoon usciranno più alla svelta (le webtoon perché per tradurle la Naver da un tool apposito che di fatto ti permette solo di inserire le traduzioni nei punti che vogliono loro, la parte grafica è ridotta all'osso)
Per cui dopo l'estate non stupitevi se le pack release del blog conterranno principalmente webtoon, mentre (come già accennato) l'uscita bimensile dei manga non sarà più rispettata visto che a questo punto tanto vale postare una news quando il collaboratore di turno ha finito, invece di aspettare di avere abbastanza materiale per fare una release più massiccia.
Oltre a questo, che riguarda prettamente il blog, penso che dedicherò il mio tempo al sito (che è finalmente dinamico) e alla scrittura adesso che non ho più un forum a seguire e che comunque a ottobre, si spera, mi laurei dopo questa follia di fare 3 anni in meno di 2 (grazie segreteria -.-)
Dopo c'è sempre la speranza di trovare un lavoro *10 minuti di risatine* e sarò sincera: in editoria non è visto di ben occhio chi si dedica ai mangascan, questo anche se non lavori proprio in ambito fumetti.
Nel limite delle mie possibilità spero di non essere costretta, come capitato alla Ai (del gruppo delle douji), a tagliare i ponti con questa realtà -soprattutto se sarò pagata a notule con un contratto che praticamente equivale a quelli a chiamata -.-
Resta il fatto che, in ogni caso, se ricomincerò a lavorare avrò poco tempo e fate finta che questo blog non sia nato perché nel vecchio posto di lavoro non funzionava LJ e ho dovuto traslocare qua XD A quei tempi ero giovane e avevo più "banane" a mia disposizione *fufu*
Se ora dovessi ritrovare un lavoro decente da 8h al giorno dubito seriamente di poter tenere lo stesso ritmo di allora per i miei hobby...
Quindi sì sto tirando i remi in barca perché il futuro non è roseo, ma cercherò di fare tutto il possibile per non chiudere la CRDE :P

Kabeana Heaven Hole

Kabeana Heaven Hole
Titolo: 壁穴へブンホール
Genere: Yaoi, Comico, Slice of Life
Anno: 2016
Serializzato su: Gateau (Ichijinsha)
Storia: Nakagawa Riina
Disegni: Nakagawa Riina
Volumi: Volume Unico
Trama: Yuya è il classico fratello minore complessato dal fatto che tutti, compresi i genitori, lo guardano dall'alto in basso a causa di Takumi, il suo perfetto fratello maggiore.
Takumi è stato un ottimo studente e ora ha un buon lavoro, è pure più indispensabile in azienda del figlio del proprietario -un casinista che ovviamente è cotto di Takumi.
Yuya invece è un teppista svogliato, la scuola la frequenta quando vuole ed è sempre a giro con gli amici però il suo complesso peggiora sempre più e finisce col rispondere male a tutti, così alla fine decide di provare un nuovo locale per scaricare la tensione...
Nonostante la trama molto "seriosa" che vi propongo questo manga è beh... un buon modo per perdere mezz'ora a leggere le improbabili avventure di Yuya, si tratta infatti di un volume e che non si prende troppo sul serio :P
D'altro canto il suo nome in codice era "culo-murato" e in effetti, traducendo il titolo, si ha una cosa tipo "Il muro col buco del paradisiaco buco" -fate un po' voi XD


Kabeana Heaven Hole
Capitolo 1
Capitolo 2
Capitolo 3
Capitolo 4
Capitolo 5

sabato 15 aprile 2017

YANA TOBOSO ARTWORKS BLACK BUTLER 2 [recensione]

La Panini ha fatto uscire anche il secondo artbook, leggermente in ritardo rispetto alle previsioni.
Non so voi ma io me lo sono tipo trovato di colpo, senza preavviso, in fumetteria O.0
Ma è anche vero che ultimamente non sto più dietro alle cose da otaku...
In realtà la recensione del secondo volume non si discosta granché da quella del primo, che potete trovare QUI, ma trattandosi di una cosa che esce ogni morte di papa (e che avevo già recensito in precedenza) mi sono sentita in obbligo di spendere 3 parole anche per il secondo volume.

In realtà c'è un divertente aneddoto su questo secondo artbook: fino a qualche mese fa c'era su amazon italia un venditore che è una sorta un Mandarake internazionale (il magazzino europeo mi sembra sia in Germania).
Per "Mandarake Internazionale" intendo una catena di negozi che compra l'usato degli otaku e lo rivende, si potrebbe dire che il Mandarake già di suo sia internazionale (il punto vendita si Saha è nato proprio per quello, più che un negozio è un magazzino computerizzato pensato proprio per vendere i suoi prodotti all'estero) ma in realtà quest'altra azienda non ritirava solo l'usato degli otaku giapponesi ma di tutti, per cui alla fine nel suo catalogo trovavi roba tedesca, francese, ecc... oltre a cose di nicchi ma poco da otaku -per farvi un esempio c'era una folle e costosissima enciclopedia italiana dell'espressionismo o.0
I prezzi erano davvero concorrenziali, al punto tale che avevo quasi pensato di prendere anche il volume del musical (sempre di Kurojiji) perché tanto costava poco... poi è stato tolto perché in realtà i prezzi erano sballati (una cosa tipo: rapporto 1 a 1 tra euro e yen *cof cof*) e un sacco di gente si era lamentata perché i pacchi non erano tracciabili.
Adesso è rispuntata ma i prezzi sono beh... poco convenienti, per cui alla fine non ci ho preso niente XD
Questo artbook, usato e con la stigmate di doversi fare mezzo mondo di viaggio (aka sarebbe arrivato messo comunque malino) veniva meno di15€, per cui la metà del volume italiano.

Come sempre le illustrazioni inedite sono poche perché il volume contiene principalmente le cover dei volumi, dei magazine,le pagine a colori di entrambi (compresi i fanbook) e dei dvd (in questo caso della season 2, quella con Alois), per cui un fan già le ha viste tutte -di solito.
Come l'altra volta ci sono anche tutte le carte e le cose speciali in regalo per i pre-order e le limited in Giappone, e le illustrazioni fatte per le altre opere dei "compagnucci" che ribadiscono l'unione che c'era tra la Toboso, la Satorigi e la compianta Cocoa di InuxBoku.
Fa un po' senso vedere le copertine di Elsha in un artbook di Kurojiji *ahah*
A conti fatti di davvero inedito, diciamo dal punto di vista di una fan giapponese che più o meno segue e ha tutte le uscite di Kurojiji (i numeri del GFantasy, i volumi, i dvd e tutte i vari regalini e limited), c'è la prima pagina del volume con Ciel e Sebby in rosso e l'ultima illustrazione un po' oni-style.
Il volume si chiude poi con un poster estensibile che contiene la saga di Alice dell'anime, cosa non presente nel volume 1 (se non erro).

Mi ritengo mediamente soddisfatta, il volume è sempre fedele all'originale e fatto benino, il prezzo è dignitoso vista l'edizione e la media del costo degli artbook.
Se non erro non è ancora previsto il terzo volume, nonostante il materiale ci dovrebbe essere visto che questo volume si ferma più o meno al volume 14/ il 2010.


Data di uscita: Maggio 2015 (JP), Aprile 2017
Prezzo: ¥ 2,880 (JP -circa 21€), 29€ (IT)
Pagine: 134, con circa 100 illustrazioni
Formato: 26.2 x 21.4 x 1.8 cm (entrambe)
Editore: Square Enix (JP), Planet Manga (IT)

p.s. non ho messo due volte la solita cover, quella all'inizio è quella giapponese e quella qui di fianco è quella italiana (presa dal sito Panini)
In realtà sono praticamente identiche, la differenza sta nel fatto che la Panini ha caricato sul sito la cover come stava nel pdf mandato in tipografia, mentre l'altra è una scansione del volume giapponese -per questo si vedono le dorature.

lunedì 10 aprile 2017

Mass Effect Andromeda [Prime Impressioni]

Ho deciso di fare questa "recensione" delle prime ore (più o meno 20) semplicemente per spezzare una lancia in favore di questo gioco: le animazioni non sono così terribili.
Prima dell’uscita del gioco, grazie alla prova sull’EA Access, il web è stato invaso di gif, screen e video che prendevano in giro le animazioni facciali e non solo quando in realtà il vero problema non sono le animazioni -non dico che brillino ma nell’insieme le facce buffe e le camminate ingessate non risaltano più di tanto.
Come hanno detto anche alcune testate l’aver messo l’embargo alla recensioni della stampa, ma l’aver dato un accesso anticipato a virtualmente tutti (bastava pagare), ha fatto in modo che l’impressione generale sul gioco venisse distorta facilmente visto che chiunque volesse farsi un po' di pubblicità facile si è messo a postare video e screen delle facce assurde fatte da Ryder...
Per assurdo l’editor dei personaggi è davvero ridicolo perché di fatto lo scheletro facciale non è modificabile e la cosa irrita ancora di più se si pensa alla resa finale delle espressioni (proprio perché uno si aspetterebbe che queste limitazioni servano a evitare deformità facciali *gemito*)

Alcuni si sono lamentati anche del doppiaggio e in effetti lo penso anch’io (non sto parlando della ridicola diatriba per la mancanza del doppiaggio italiano): spesso e volentieri le voci peccano di empatia e sembra quasi che i doppiatori leggano annoiati le battute *cof cof*
Il cast principale se la cavucchia ma in alcuni punti, mentre ti fissano con gli occhi da pesce lesso, il poco trasporto che ci mettono risalta fin troppo -.-
In parte sono giustificabili: ci sono davvero tante linee di dialogo e magari non erano nemmeno certi del tono che dovevano dare a certe battute perché estrapolate dal loro contesto; senza contare che alcuni doppiatori minori si sono ritrovati a doppiare magari una decina di comprimari....
Il vero problema del doppiaggio non è il cast principale, e nemmeno i poveretti devono doppiare tutti i "tizi random" presenti sui vari pianeti, il vero problema sono i cameo –per così dire– che paiono quasi fatti campionando la loro voce dai precedenti videogiochi per poi infilarla low-cost in Andromeda... Oppure erano cani fin dal principio (e per ribadire il concetto: ho realizzato di averli sempre giocati in italiano solo quando ho sentito Liara -.-)

Talvolta il gioco raggiunge livelli ridicoli perché vanno a sommarsi: facce improbabili, doppiatori stanchi e una scrittura non propriamente brillante.
Ad esempio il prode Jaal, che dovrebbe appartenere a una razza molto emotiva e incapace di trattenersi, invece risulta essere un mero alieno balbettante che scrive mail ambigue...
Senza contare le scene "crack" delle romance, tanto sbandierate della non più Bioware, che lasciano un attimo perplessi –come sempre il blabla sulle romance non può mancare.
La parte romance è ormai un classico della produzioni Bioware, Andromeda non brilla particolarmente sotto questo aspetto (se non altro, essendo ormai nell’epoca del patching perpetuo, pare che aggiungeranno in futuro alcune opzioni), per di più a suo tempo si vantarono di aver reso più verosimile la situazione facendo si che i personaggi ti dicano le loro preferenze.
Il risultato finale è stato RIDICOLO.
Credo che abbiano voluto fare questa "cosa" principalmente per le lamentele su Cassandra in DAI, a cui non interessavano le donne ma aveva comunque svariate opzioni di dialogo col cuore anche  con "l’Inquisitora"; per me quella situazione poteva avere un senso (l’Inquisitore poteva essere affabile con Cassandra anche se poi non poteva finirci a letto) ma invece ho trovato poco sensato la scelta fatta in Andromeda, o per lo meno avrebbe potuto averlo se l’avessero fatto con un minimo di logica.
Che accade di fatto? La prima volta che scegliete un’opzione-cuore, se l’altro non ha interesse per voi vi sega brutalmente, indipendentemente dal tono della conversazione...
Sarebbe anche legittimo un bel "no, guarda, le umane con le tette non m’interessano" SE il dialogo fosse così pesantemente esplicito e/o se fosse la millesima volta che Ryder ci prova (per cui uno alla fine si rompe e glielo dice), ma in realtà Ryder non è minimamente diretta e sentirsi mandare a spigolare subito, quando poi sei anche il grande e cazzuto Pionere, non ha molto senso.
Oh già, nel caso non si fosse già intuito, c’è ancora un grosso cuore a segnalarti "questa è l’opzione per provarci spudoratamente (più o meno, Ryder è alquanto una pippa caratterialmente parlando)" e meno male che avevano detto che questa volta le relazioni sarebbero state più ambigue e variabili -.-
Cosa positiva? Nelle voci del codex ti dicono chiaro e tondo come sta messa la tua relazione con ognuno di loro -l’approvazione nascosta alla DAI ha fatto incazzare molti, eh?

Screen della mail incriminata
Capitano comunque altri problemi quando si "osa" comunicare col prossimo, il gioco è immenso ma comunque piagato da 30mila piccoli bug.
Sono incappatta spesso, più di quanto sia giustificabile, in situazioni paradossali in cui nelle mail, nei testi del codex e nei dialoghi appaiono nomi di personaggi ancora non incontrati...
Ok, è in parte un open world e qualche svista capita (nemmeno The Withcer 3 era perfetto) ma mi sembra assurdo che questa cose capitino durante le missioni principali!
(Sì, ne ho le *bip* piene dei gdr open world, tanto non riescono bene a nessuno, è una struttura che va bene per uno Skyrim o un gioco Bethesda che tanto è famoso per avere 30mila bug idioti!!)
Ad esempio a me arrivò quasi subito una mail di Gil, sul poker, in cui era citato anche Jaal che però non avevo ancora incontrato.
Oppure è capitato più di una volta che andando a completare una quest (soprattutto nel Nexus) la discussione si aprisse con la filippica del primo incontro, già letta da una vita e che per questo non appariva più conversando random col personaggio.
Oppure opzioni nei dialoghi descrittivi (non le cose delle trame ma le ciarle varie tipo sul passato dei personaggio, sulla loro cultura, ecc...) che appaiono e scompaiono random.
La vetta più ridicola l’abbiamo comunque raggiunta durante la prima quest principale diramata in due opzioni in cui mi son vista sparire senza motivo la prima opzione e quando sono andata a fare rapporto... mi parlavano come se l’avessi completata o.0
"No, aspetta guarda che sono andata di là... Ci ho messo tanto a fare rapporto perché ho reso il pianeta vivibile al 100% e... No, no, aspetta! Non so di cosa tu stia parlando!!" > l’unico dialogo sensato che Ryder poteva dire in quel momento XD
Scherzi a parte il gioco è pieno di questi buggettini, palesi if dimenticati per la strada, per cui il mio consiglio è di far finta di essere idioti e, per lo meno le quest principali, farle nell’ordine che dice lui ANCHE se sarebbe possibile fare diversamente.

Bug, bug, bug... oh, un bug!
A livello di gameplay non ho riscontrato poi tanti problemi, ma faccio comunque una lista molto riassunta:
- i combattimenti filano bene, ma talvolta le coperture automatiche non sono reattivissime (è anche vero che ho un approccio stealth per cui se anche non sono coperta i nemici tendenzialmente non mi vedono);
- il Nomad non è perfetto, sballonzola e fa alcune cose strane, ma tutto sommato funziona (meno male che la mappa non doveva essere vuota però XD);
- anche Tempest fa un po‘ di cose poco logiche, soprattutto lo scan dei pianeti è ridicolo (di fatto il 70% dei pianeti è inutile, e lo visiti per scoprire che non c’è nulla da fare, peggio di ME3 -.-);
- i dialoghi, per quanto siano stati sbandierati come nuovi di pacca, sono la solita roba di sempre e le opzioni speciali (per intenderci i Paragon) sono rarissime e alquanto inutili;
- per assurdo l’audio va con l‘angolazione della telecamera, per cui Ryder può anche stare ferma a 2cm da chi parla ma se girate la telecamera dalla parte opposta non sentite più nulla;
- la parte crafting e di raccolta delle risorse è un vero strazio, l’unica cosa positiva è che puoi colorarti l’armatura e mettere le mod *fufu*;
- il jetpack è utile, ma talvolta si incappa in suicidi assistiti o situazioni in pendenza alla Skyrim;
- talvolta c’è un po‘ troppo backtracking e spesso (nelle quest di livello infimo) non ci sono indicatori sulla mappa, meno male che avevano imparato da DAI...
Uhm, credo sia un po‘ tutto qui (?) e aggiungo dicendo che questa recensione è un po‘ vecchia (non ho avuto tempo di postarla) per cui si riferisce al gioco senza le ultime patch.

Ooook, va bene...
Concludo col solito commento alla traduzione italiana *fufu*
Ok, non c’è il doppiaggio mentre era presente nella precedente trilogia, ma è anche vero che il doppiaggio italiano mediamente fa pena a livello di linee Andromeda è massiccio e ci saremo ritrovati con una situazione ancora più ridicola di quanto già non sia quella inglese.
È tutto un fatto di abitudine suppongo, capisco che per qualcuno seguire i sottotitoli sia fastidioso e distragga, senza contare che non tutto ciò che viene detto è sottotitolato (tipo le voci fuori campo) quindi senza sapere una parola di inglese la situazione può risultare snervante, ma... si può vivere anche senza il doppiaggio italiano!
Per di più col ridoppiare si generano un sacco di problemi: labiale scazzato, lunghezza delle frasi rispetto al tempo effettivamente disponibile, mancanza di trasporto o varietà delle voci, dialetti/accenti, ecc...
Il problema di MEA è che per assurdo, anche in mancanza di un doppiaggio, i sottotitoli sono campati in aria e per gran parte del tempo ho sentito A e ho letto B; con mia somma gioia gioigioiosa -.-
Alcune cose le scuso: in precedenza erano doppiati e alcuni termini ormai sono stati tradotti in un certo modo, ho anche tenuto conto del fatto che magari hanno tradotto pensando che poi sarebbe stato usato per il doppiaggio (con tutti i problemi della situazione) ma... che *bip* hanno scritto!?
Inevitabilmente mi sono chiesta cosa capisca la gente che può solo leggere, perché non conosce l’inglese, a cui consegue l‘ovvia domanda: "quanto era scazzata la vecchia trilogia?" *sospiro*

E dopo 2 tentativi, nulla...
Ryder resta invisibile durante l'evento della serata film -.-
Ho fatto DUE tentativi!
Tirando le somme direi che per ora si sta rivelando un gioco simpatico e tutto sommato tollerabile, anche se per assurdo propendo per andare dai Kett e aiutarli a sterminare la galassia, o qualsiasi cosa stiano cercando di fare, in modo da liberarmi di tutti ‚sti personaggi odiosi.
Il lato positivo? La squadra si completa rapidamente e per un po‘ non sarò più costretta a sentire gente che mi sale sulla Tempest random e senza motivazioni sensate... maybe (?)
See yuo soon... se non disinstallo Andromeda, in preda alla rabbia per l’ennesima quest buggata, per poi gettarmi su Persona 5 :P
p.s. tranquilli, sto lavorando alla release, più o meno... *gemito*

Ahah ci ho messo talmente tanto a postare questa recensione che... l'ho finito XD
No, non farò una recensione completa del gioco quasi sicuramente > si fotta la EA.

venerdì 31 marzo 2017

Nier: Automata [recensione]

In realtà ero molto combattuta sul fare o meno questa recensione…
Ad un certo punto ho pensato di farla divisa in due parti: una riguardante la mia prima partita (cultinata col reset completo) e l’altra riguardante appunto la seconda partita in cui avrei fatto tutto, ma proprio tutto, anche perché presa dall’odio per i titoli di coda (vedi video) non avevo visto manco di striscio le feature post-completamento :P
Pondera e pondera alla fine ho deciso di accantonare l’idea e fare una recensione unica.
La seconda partita l’ho fatta un po’ speedrun perché volevo appunto vedere le cose post-completamento e comunque il gioco, già di suo, è ripetitivo e non morivo dalla voglia di rifare tutto per la quarta volta.
Diamo un po’ di numeri:
- la mia prima partita, fatta in maniera “umana” è durata 36h;
- la seconda partita con tanto di platino è durata 30h secche;
per cui possiamo dire che Nier Automata è una gioco da una 30ina di ore, di cui circa 15 di trama principale.

Nier Automata è stata pubblicizzato tanto e ha avuto successo, si tratta di un gioco di quel pazzo schizzato di Yoko Taro fatto con un budget un po’ più decente del solito (ma comunque non eccelso) e presso uno sviluppatore navigato –oddio non è propriamente una affermazione corretta, uhm… uno sviluppatore con una fama migliore del Cavia, maybe?
Ho detto che il budget non era un granché nemmeno a ‘sto giro perché è palese che Automata è un gioco low cost e che ha avuto qualche problema; ad esempio nel gioco ci sono delle porte perennemente chiuse e quando è stato chiesto se era l’ennesimo scherzo il suo “non posso parlarne” è sembrato a molti un “la Square non voglia che lo dica, ma di fatto sono cose tagliate *cof cof*”
Comunque Nier Automata ha venduto tanto, uno sproposito rispetto ai predecessori della serie che venivano sempre etichettati sempre come “roba di nicchia” o proprio come delle emerite schifezze –sinceramente a me non dispiacciono, soprattutto Nier (che ho comprato più che altro perché tutti ne parlavano assurdamente male)
Nier Automata è un capolavoro?
No, ha venduto solo perché questa volta c’era qualcuno di bravo al marketing -.-

[Per intenderci, ricordate la polemica su Sean Murray e No Man’s Sky? Solito discorso, solo che in questo caso è l’opposto; su Automata sono stati spesi un sacco di soldi in pubblicità ed è stato puntato così tanto su questo gioco al punto tale che è stato tradotto in italiano, ma di quello ne parleremo meglio poi dopo.
Altro esempio: Frozen è un film bello? Sni. Un film ben realizzato? Bah, insomma è un film che ha la neve come elemento cardine e poi ha svariati blooper (si usa ancora?) riguardanti proprio la neve non è un film realizzato un granché bene… di solito si evita di mandare al cinema film con errori palesi tipo impronte nella neve che spariscono, capelli che trapassano le braccia delle protagoniste, ecc… ma tutti conosciamo Frozen perché la Disney ci ha martellato a morte, al punto tale che talvolta canticchio ancora Let it Go in un misto inglese-giapponese-russo (all’alba sorgerò *brividi* per fortuna non si è fossilizzata nella mia mente)]
Tutto questo pippone per dire che in soldoni Nier Automata è un gioco discreto, fatto un po’ maluccio e con una trama che non brilla particolarmente (per gli standard della serie) e di certo non è così comprensibile a qualcuno completamente digiuno delle altre follie del caro Yoko Taro > no, ma proprio no, non potete capire Nier Automata senza sapere la trama degli altri gioco ma, a onor del vero, se siete lì solo per guardare le mutande di 2B la cosa non vi creerà problemi.

Nier ha il pregio di essere uno dei rari giochi di questa generazione che gira a 60fps più o meno stabili (anche sulla ps4 normale) ma a fronte di questo ha degli ambienti un po’ squallidi, con texture da generazione scorsa (se non peggio) e assurdi muri invisibili illogici –per fare un esempio: la mappa è piena di edifici in rovina con aperture in cui il personaggio potrebbe entrare senza problemi e invece non può farlo.
La mappa poi non è particolarmente ampia, in parte può essere a causa della velocità di movimento dei protagonisti, ma se anche la riteniamo di dimensioni accettabili non è accettabile per la sua scarsa variabilità -.-
Sì, c’è il deserto, c’è la foresta, ecc… ma ad esempio i palazzi crollati sono sempre lo stesso ripetuto all’infinito… quasi mi sembra di vedere lo stagista disperato che passa le giornate sull’engine a incollare sulla mappa il solito palazzo over and over.
Il gameplay non è male, frenetico e con dei personaggi aggraziati e si vede che è la parte più rifinita perché è più probabile vedere rallentamenti mentre si corre per la (non troppo estesa e indimenticabile) mappa che durante uno scontro contro intere legioni di robottini.
La telecamera è un po’ problematica, il fatto è che il gioco switcha continuamente tra vari tipi di visuale e talvolta le cose non vanno proprio come dovrebbero per cui i drop rimangono incastrati in punti che non potete raggiungere o anche se li raggiungete non potete raccoglierli perché al gioco risultano su tutt’altro livello (c’è anche un chip per la raccolta automatica e nemmeno lui riesce a “vederli” in alcuni casi).
La precisione è tutto in certi scontri, schivare può salvarti la vita come colpire al momento giusto il punto giusto, ma a volta è palese che il nostro personaggio si trovi ad un certo “piano” e i nemici su un altro e non riescono a interagire tra di loro rendendo frustrante la situazione.
Eccovi un paio di esempi ridicoli e fuori da un combattimenti (in cui, vista la frenesia, si potrebbe anche soprassedere): video 1 e video 2.
I modelli dei protagonisti vanno bene, i comprimari sono praticamente statici e si somigliano un po’ tutti, ma solo io trovo assurdo che nel 2017 un gioco sia privo del labiale? Ok, è vero, nelle cutscene le labbra si muovono e per assurdo si muovono anche negli ologrammi delle chiamate (che poi è una cosa “ripescata” dai tagli fatti a XV) ma negli altri casi no -.-
Le cutscene mi hanno irritato, non ce ne sono in CG ma un po’ come accade su giochi di qualche generazione fa (KH sto guardando te) ci sono due differenti modelli: uno per andare in giro e uno più dettagliato nelle cutscene (davvero non scherzo guardate anche il KH3D nel 2.8 e vedrete chiaramente che in alcuni punti i personaggi hanno la faccia piatta con le labbra disegnate e in latre scene hanno la faccia “a faccia”)
Come faccio a dire che la 2B che va a giro non è quella delle cutscene? Semplice perché in esse sembra “resettarsi”: non usa le armi che le avete messo, se le avevate messo un accessorio non compare, se aveva il vestito lacero torna di colpo come nuovo, ecc… senza contare alcuni problemi di coerenza come ad esempio la scena finale in cui vediamo 9S a terra mentre gli si avvicinano i rottami e quando torniamo a muovere il personaggio il terreno è sgombro (e spigoloso e la solita texture PS2 like)
Questo genere di cose non sono più accettabili a un passo dal tramonto della PS4, almeno secondo me.

Il primo Nier a suo tempo fu lodato praticamente solo per la colonna sonora che in effetti è una delle migliori mai realizzate, ad esempio io c’è l’ho sull’ipod da allora e potrei canticchiarvi tutte le tracce nell’ordine corretto *cof cof*
La colonna sonora di Automata non è male ma è dura considerarla indimenticabile al pari del suo predecessore per due semplici motivi:
- molte tracce sono le stesse di Nier e/o sono rivisitazioni o molto ispirate ad esse, per cui è difficile non fare continui paragoni;
- hanno voluto “cazzeggiare” troppo e così non te la godi -.-
Davvero non saprei come altro definirlo, il fatto è che hanno voluto inserire svariate variant delle tracce (con o senza voce, più o meno veloce, 8bit, coro, ecc…) col risultato che in realtà finisci per ascoltare la solita melodia per una manciata di secondi e poi cambia –anche perché i cari androidi corrono peggio di Scattino strafatto di caffè.
Altro bug fastidioso, e che mi è capitato più di una volta, è la "apparente morte" della cuffia di destra, per di più la prima volta mi è capitato in piena notte e sono diventata scema per cercarne un'altra solo per scoprire che non funzionava neanche lì (con conseguente terrore "cazzo mi si è rotto l'attacco del controller!") > in realtà è il gioco che ogni tanto fa casino e si "dimentica" di essere stereo e di dover uscire da due cuffie ben distinte, probabilmente sarà un errore nel codice visto che ritmo, 8bit e compagnia bella sono effetti generati sul momento modificando la traccia audio originale.
È carina e ha delle belle tracce (anche se l’unica di quelle nuove che conosco a memoria è quella di quella tortura di titoli di coda), ma probabilmente non entrerà mai nel mio vetusto ipod.

Per quanto riguarda l’insperabile traduzione italiana, che in molti stanno a bollare per partito preso (io al massimo mi lamenterei del fade-in dei sub che li rende tutti fuori sync...), devo dire che non è così terribile; certo ci sono degli strafalcioni (soprattutto nelle fasi finali) e alcuni termini sono adattati con un po’ troppa libertà (il senso di tradurre i termini dei precedenti giochi, usciti in inglese, mi sfugge) ma tutto sommato fa il suo lavoro, anche perché la trama e i dialoghi son quel che sono…
Ok, forse è il momento che faccia un breve commento sulla trama visto che mi è scappata qua e là qualche battutaccia *cof cof*
In realtà non andrò troppo nello specifico, il pazzo è sempre il solito e trovare un senso nei Nier o Dragoon è volersi fare del male per cui mi atterrò al minimo sindacabile.
Nier Automata non è affatto comprensibile per qualcuno che non conosce minimamente i giochi precedenti, ho detto “conosce” non “ha giocato” perché potete evitarvi questa “tortura” guardando le ennemila guide e gli ennemila video riepilogativi fatti dai fan più sfegatati.
Magari mi correggo un attimino, Automata è comprensibile perché la sua trama principale ha poco a che vedere con gli altri, tale trama monto in sintesi è: automi che combattono macchine con kaboom finale.
Restando sulla superficie il succo è quello e chissene del resto, ma in realtà Automata è popolata di personaggi che provengono dai giochi precedenti o sono influenzati dagli eventi passati (basti pensare che metà delle voci in archivio sono quegli inutili documenti sul progetto Gestalt)
No, ok, in realtà quei personaggi non sono propriamente “quei” personaggi perché la Devola e Popola non sono quelle di Nier Gestalt o Nier Replicant come l’Emil che incontriamo (e potenzialmente possiamo ignorare completamente) non è l’originale ma l’ennesima copia (beh, una parte di essi è una copia uno un po' meno *cof cof*)
Tralasciando tutto questo caos di conoscenze pregresse il problema della trama di Automata è la scarsa stabilità della trama stessa e dei suoi stessi personaggi, le cose accadono perché devono accadere ma in realtà non c’è un vero motivo è solo una serie di scene strappavene e strappalacrime messe lì per far sobbalzare lo spettatore e basta.
2B si sente in colpa perché ha “perso per la strada” il 9S del prologo (che forse è una bugia perché appaiono scene di quel periodo quando 9S difende i suoi ricordi), e perché il suo vero lavoro è quel che è, è l’unica cosa sensata del loro rapporto ma poi tutta l’infatuazione folle di 9S, e successiva follia, sono un po’ una forzatura tirata per i capelli.
Adam e Eve agiscono perché devono, le loro motivazioni (anzi le motivazioni di Adam e basta, Eve non farebbe volentieri un emerito *bip*) sono assai labili e per di più sono completamente inutili ai fini di trama; no davvero pensateci! Che ci stanno a fare quei due? Giusto per qualche scene osé da bambolotto Ken ignudo e un po’ di casino, FINE.
Come antagonisti non valgono nulla, in realtà tutto Automata pecca di un vero antagonista degno di tale nome:
- Adam vuole emulare gli esseri umani e non si sa come gli scatta il trigger che l’odio è alla base di tutto;
- Eve, da brava costola, cerca di fare felice il suo caro fratellone e poi sclera quando quello crepa come un pirla, perché dai… “noi non possiamo comprendere il concetto di morte perché siamo una rete, ora mi scollego e provo il brivido della *muaaa*” > vuoi davvero vendicare un simile fesso?;
- A2 ha un background appena accennato, l’hanno usata come prototipo e abbandoanta per cui ora… odia le macchine? Non sarebbe più sensato dare la caccia ai nuovi androidi e trovare il modo di tornare sul Bunker a fare il culo a tutti?
- 9S la odia perché ha ucciso 2B, e A2 è configurata come “tsundere scazzosa” per cui non prova nemmeno a giustificarsi, il problema è che fin dal principio l’infatuazione di 9S per 2B non regge…
la Rete delle macchine, che appare come la ragazzina col vestito rosso, non… non ha senso, ha meno motivo di esistere di Adam stesso e sta lì solo a far casino per far casino -.-

Credo di aver detto tutto, ammetto di non aver ripreso in mano Nier Automata da un paio di giorni e visto che comunque non avevo molto tempo, e ci giocavo nei ritagli di tempo tra le lezioni, non mi sono segnata proprio tutto quello che mi colpiva.
Insomma è un gioco carino, ben più commerciale dei suoi predecessori, ma non penso si meriti tutto lo stuolo di fan dell’ultimo minuto che lo elevano a capolavoro dell’anno o del mese, visto che sta per arrivare P5 *muaaa*

La "gallery" è come sempre su tumblr~

giovedì 30 marzo 2017

Nendoroid First Order Stormtrooper [Mini review]

Ieri, per una serie di motivi, ho comprato in offerta su Multiplayer una Nendro, appunto il First Order Stormtrooper (Numero 599).
Prima di dare l’ok all’ordine ho provato a chiedere un po’ in giro ma nessuno sapeva darmi una risposta sicura per quanto riguardava Multi e l’affidabilità delle figure che vendono…
È vero che è un grande portale, una casa editrice, ecc… fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio XD
Questa Nendro è uscita ad Agosto scorso, averla presa per 40€ è stato tutto sommato un affare visto che praticamente l’ho pagata quanto effettivamente costa in Giappone, tasse e affini escluse :P
È anche vero però che pagare 40€ un bootleg non piace a nessuno e non voglio criticare nessuno: se volete comprare un bootleg (perché costa meno, ecc…) liberissimi di farlo purché non compriate una cosa pensando che sia un’altra *nod*
Non legittimo chi fa i bootleg, ma ammetto che per le necessità di qualcuno la versione taroccata basta e avanza -giusto per intenderci la persona che sta scrivendo sta anche cercando di regalare un Sebastian Bootleg comprato anni fa quando ancora pensava “chissene se è vero o falso, purché non costi uno stonfo”.
Finita la sparata parliamo di ‘sto benedetto Nendro.

C’è da fidarsi di Multi?
Credo che un po’ tutti sappiate cosa ne penso del reparto editoriale e del sito, per quanto riguarda lo shop salvo che per questi saldi non l’ho mai preso in considerazione anche perché prima di videogame ne compravo pochi e ora preferisco amazon perché se preordini con largo anticipo ci scappa sempre qualche sconto.
Figure e affini ne ho poche e ho ancora meno spazio > *indica la Nendro* finirà nella vetrinetta insieme ai FunkoPop di Star Wars, giusto per farvi capire *cof cof* magari poi mi prenderò depress-Kylo Nendro quando uscirà tanto per fargli compagni *cof cof*
Di fatto in tutti ‘sti anni ho fatto solo 2 ordini sullo shop Multi e sono entrambi di questa settimana ed entrambi i pacchi mi sono effettivamente arrivati il giorno dopo l’ordine (per di più con due corrieri diversi) ed entrambi leggermente rovinati (e una era una guida, fate un po’ voi).
L’ultima parte è una critica dovuta anche al fatto che ieri sono andata a ritirare un pacco dall’America che è arrivato ovviamente tutto ammaccato anche perché il tipo del punto ritiro ha sbattuto il pacco sul bancone manco fosse una braciola di carne...
Prima ancora di aprirlo ho cercato di confermare che fosse originale, conferma che mi ha tolto qualche minuto di troppo anche a causa del fatto che c’è anche il Nendoroid Stormtrooper (Numero 501) che essendo più vecchio è il primo che viene fuori se cerchi foto e confronti.
Se a qualcuno interessa qui c’è una lista di differenze tra originale e tarocco QUI c'è un articolo esaustivo.

Allora aprilo e fai qualche foto!
Va bene, va bene...
Come già sapevo, anche perché si sono lamentati in molti online, come Nendro è un po’ misero… nel senso che ha pochi accessori e nello specifico la confezione contiene solo 2 manine di ricambio e il fucile.
C’è anche da dire che in patria è un Nendro di fascia bassa che sta sui 30€, contro i 50 di quelli “normali” e i 70 in su per limited e affini.
Rispetto ad altri Nendro, o per lo meno le mie Miku, è molto più snodabile ma anche più leggero e plasticoso visto che il casco è completamente vuoto *sad*
Mettergli il fucile in mano non è la cosa più semplice del mondo ma è comuqnue ricco di dettagli.
In breve è un cosino puccioso il cui maggior pregio è avere un casco da infilare in testa a chi vuoi XD
Qui il link alla gallery (feat Miku Sakura, perché era quella più comoda in vetrinetta)

Qualche consiglio per riconoscere un Bootleg:
Ovviamente considerate che ogni caso è particolare, ma ci sono alcuni indicatori che possono aiutarvi e che potete guardare rapidamente anche se siete magari a Lucca in un banchino.
Tanto per cominciare, che siano veri o falsi, chiedete sempre se vende quello messo in mostra o se ne ha uno sigillato; che sia o meno una taroccata cercate di evitare di comprare qualcosa che è stato fuori dalla scatola e magari alla portata di chiunque, per ovvi motivi - fatelo solo se proprio non c’è altra scelta.
Ovviamente evitate come la morte di comprare figure senza scatola, sia per i danni che rischia di ricevere/aver ricevuto, sia perché la scatola è uno dei principali indicatori se è tarocco o meno.
Lo dico per voi, danni fatti da idioti di passaggio o dal fatto che è stata tirata fuori e infilata ennemila volte nella scatola sono a l'ordine del giorno.

Detto questo:
  • La prima cosa è ovviamente armarsi di telefonino, o essersi informati preventivamente, e guardare sul sito della Good Smile se il Nendro esiste e se quello che state guardando somiglia a quello presente sul sito; fate molta attenzione perché alcuni personaggi hanno svariati Nendro (vedi anche quello in esame in questa discussione) e ci sono anche svariati variant color bootleg.
  • Controllate che scatola abbia i loghi e/o i bollini di garanzia, ormai graficamente le scatole sono molto simili (vedi anche il link della recensione a 501) ma proprio perché sono tarocchi, e non vogliono guai, solitamente evitano di schiantarci sopra la scrittina Good Smile Company e di eventuali partner.
  • Molti dicono di guardare il bollino dell’importer, sinceramente lo trovo inutile perché ci sono 30mila varianti visto che ci sono sia i distributori ufficiali che le fumetterie, talvolta non c’è proprio perché magari è importato per vie traverse (es. qualcuno che l’ha comprato direttamente in Giappone) e impari a riconoscere i nomi affidabili solo dopo un po’ che bazzichi in questo mondo.
  • Se costa meno di 20€, e non è uno di quelli “piccoli”, è quasi sicuramente tarocco e non dico “sempre” per il semplice fatto che alcune volte alcuni venditori ufficiali fanno offerte molto vantaggiose per vendere le rimanenze di magazzino o eventuali prodotti con solo la scatola danneggiata.
Questo era per quanto concernela parte “prima dell’apertura della scatola”, per quanto riguarda la figure esaminata da vicino:
  • Molti dicono che i bootleg sono più lucidi e dipinti peggio, è vero ma sono constatazioni “qualitative” che dipendono molto dall'occhio di chi guarda... bisogna fare attenzione ad ogni singolo dettaglio e talvolta (tipo in fiera) non hai tempo per cui, il mio molto infame suggerimento è… strofinategli i capelli XD
    Scherzi a parte trovare una zona liscia e monocromatica e dategli una sfregata col pollice, gran parte dei bootleg tendono a stingere, gli originali ovviamente no > p.s. evitate di romperlo e lasciate l’attimo da lampada magica solo come ultima spiaggia.
  • Per assurdo la cosa più indicativa è la pedana made in china *cof cof*
    Ormai tutte le uscite recenti della Nendro hanno la pedana quadrata con scritto ben più di un mero “made in china” (ad esempio); prima le pedane erano tonde e col braccio fatto in maniera differente ma ormai sono sparite perché i vecchi Nendro, che vendono ancora, vengono “ristampati” e hanno la pedana moderna per cui è virtualmente impossibile trovare un Nendro ufficiale con la pedana vecchia.
Altri suggerimenti?
Se state cercando una limited edition, magari pure vecchia, mettetevi l’anima in pace perché da noi è già dura farle arrivare preordinandole a prezzi tendenzialmente folli, per cui la possibilità di trovarla per caso in negozio o in un banchino per caso sono praticamente zero.
Evitate di comprare online se non da siti di cui vi fidate e/o conoscete bene, come ho già accennato sulla pagina fb Amazon non è affidabilissimo e non ho mai parlato di Ebay per un semplice motivo: è pure peggio, la situazione lì è proprio disperata.

Nota: Nendro non è l’abbreviazione corretta, diciamo che un mio vezzo (?)
 
Copyright © 2014 La Crudele Rubrica di Elisa. Designed by OddThemes